31 gennaio, 2022

Fratelli Tutti: Gianni Vattimo in dialogo con Debora Tonelli

Un evento organizzato da Filosofia in Movimento, La Civiltà Cattolica, e Georgetown University

Fratelli Tutti: Gianni Vattimo in dialogo con Debora Tonelli Video Player

Showing the Fratelli Tutti: Gianni Vattimo in dialogo con Debora Tonelli Video

«Voi sapete che il dovere del Conclave era di dare un vescovo a Roma, sembra che i miei fratelli cardinali siano andati a prenderlo quasi alla fine del mondo, ma siamo qui.» Così Papa Francesco esordisce salutando la folla radunata in Piazza San Pietro per accoglierlo dopo l’elezione a vescovo di Roma. “La fine del mondo” cui si riferisce il neo pontefice è la sua terra, l’Argentina, un Paese “periferico” rispetto all’Occidente. Dietro quella che sembra una semplice battuta di spirito Papa Francesco suggerisce già uno dei punti cruciali del suo pontificato: la possibilità di cambiare il punto d’osservazione, di ripensare il cristianesimo non a partire da quello che finora è stato il suo “centro” - Roma, l’Occidente - ma dalle periferie, ovvero i luoghi “dimenticati” nei quali la necessità di operare secondo i valori cristiani è diventata ogni giorno più urgente. 

In continuità con questo nuovo sguardo sull’«altro», Papa Francesco si rivolge a ciascuno e ciascuna come fratelli e sorelle. Da questo nuovo sguardo nascono il documento di Abu Dhabi sulla fratellanza e l’Enciclica Fratelli tutti, che offrono a credenti e non credenti strumenti di riflessione e discernimento. Seppure l’origine dell’enciclica è necessariamente la fede cristiana, essa apre a una riflessione a tutto campo sui problemi del nostro tempo. Un cristianesimo “critico” non solo nei confronti della politica, dell’economia, della comunicazione, dell’ambiente, ma anche nei confronti di se stesso. Un cristianesimo capace di interrogarsi e di porre domande più che offrire risposte preconfezionate e, proprio per questo, capace di chiamare ciascun essere umano a prendere posizione in modo consapevole. 

È a partire da queste riflessioni sul centro e le periferie, su cosa significhi essere cristiani oggi, sul valore del messaggio cristiano al di là dell’appartenenza di fede e alla Chiesa, che Gianni Vattimo dialoga con Debora Tonelli. Un dialogo che nasce dal desiderio di accogliere in modo consapevole e responsabile l’invito del Pontefice a confrontarsi sul tema della fratellanza e della sorellanza con lo scopo di elaborare non una teoria, ma di stimolare una riflessione costruttiva sui problemi del nostro tempo. L’unico cristianesimo possibile è, infatti, quello incarnato da ciascuna e ciascuno nella propria storia, nel proprio tempo, nella trama di relazioni che oggi non possono più limitarsi alla ristretta cerchia degli «altri significativi» - coloro che sono fisicamente prossimi a noi - ma estendersi necessariamente alla famiglia umana.

Il webinar è parte del ciclo Questioni di Civiltà, co-sponsorizzato da La Civiltà Cattolica e Georgetown University.

Intervengono

Antonio Cecere (moderatore), vice presidente di Filosofia in Movimento

Gianni Vattimo, filosofo

Debora Tonelli, Rappresentante della Georgetown University a Roma